Login

 

 

Home

Benvenuto nel sito della CISL Scuola Cl

Personale ATA: attribuzione 2^ posizione economica

Nei giorni 6 e 7 luglio si svolgeranno le prove selettive per l'attribuzione della seconda posizione economica del personale ATA. In allegato le sedi delle prove e l'elenco dei candidati.

 

Manovra: dai tagli agli investimenti

In allegato una reazione a caldo del segretario nazionale della Cisl Scuola, Francesco Scrima, sulle novità previste nei prossimi anni scolastici contenuti nella manovra approvata dal governo nella seduta del 30 giugno.

Attachments:
Download this file (scrima su manovra.pdf)scrima su manovra.pdf
 

I silenzi del TAR rappresentati anche al Presidente della Repubblica

La sentenza della Corte Costituzionale riguardo l'incostituzionalità delle graduatorie di coda è stata depositata lo scorso 9 febbraio e la 3ª sezione del TAR Lazio si è riunita in camera di consiglio il 3 marzo: da allora è silenzio assoluto.

Su questa situazione di incertezza, che non ha più ragion d’essere e contribuisce a dare continuità ad un interminabile contenzioso, la CISL Scuola è più volte intervenuta: da ultimo, ha ritenuto opportuno porre la questione all’attenzione del Capo dello Stato, con una lettera in cui si sottolinea la necessità di garantire la certezza dell’azione giurisdizionale e conseguentemente la regolarità dell’azione dell’amministrazione scolastica................................................

 

APPROVATO IL DECRETO SVILUPPO: ECCO COSA CAMBIA PER I PRECARI

Il 21 giugno il Parlamento ha votato la fiducia sul c.d. decreto sviluppo, una serie  di norme ed emendamenti che coinvolgono molti settori pubblici e privati dell’economia e che, all’art. 9 introducono nuove norme per i precari della scuola.

Ecco in sintesi, a seguito della sua definitiva approvazione, cosa cambia per i docenti in attesa di stabilizzazione a partire dal 1 settembre 2011:....................

 

I tagli del personale Ata nel corso degli ultimi tre anni: dichiarazione di Francesco Scrima

Come già abbiamo fatto in precedenza per gli organici del personale docente, puntiamo l'attenzione sui tagli che hanno ridotto pesantemente, in tre anni, i posti di lavoro del personale ATA, aggravandone le condizioni di lavoro e mettendo a dura prova, in molti casi, la possibilità delle scuole di far fronte alle esigenze del loro ordinario funzionamento.Di ciò ha dovuto prendere atto, lo scorso anno, anche l’Amministrazione, costretta ad autorizzare l’attivazione di circa 2.000 posti in aggiunta a quelli previsti nelle tabelle ministeriali: una necessità a cui difficilmente si potrà sfuggire quest’anno, se è vero che il numero delle scuole non ha subito significative variazioni mentre si sottraggono altri 14.000 posti, a completamento di un piano che ha visto ridurre addirittura di un quinto l’organico dei collaboratori scolastici.

Stabilizzare il lavoro che c’è, tutelare chi vede venir meno le opportunità di impiego: proprio pensando in modo particolare alla situazione del personale ATA, abbiamo chiesto, e ottenuto, la proroga per un altro anno delle misure straordinarie "salva-precari", per attenuare quanto più possibile sul piano giuridico ed economico chi non vedrà rinnovato il proprio contratto.

La CISL Scuola è consapevole che ciò non è sufficiente e che per recuperare una diversa prospettiva occorre cambiare profondamente il segno delle politiche scolastiche, tornando ad investire sul sistema di istruzione per sostenere la crescita e lo sviluppo del Paese.

in allegato un dossier della segreteria sulla base dei dati forniti dal Ministero