Login

 

 

 

Home

Benvenuto nel sito della CISL Scuola Cl

APPROVATO IL DECRETO SVILUPPO: ECCO COSA CAMBIA PER I PRECARI

Il 21 giugno il Parlamento ha votato la fiducia sul c.d. decreto sviluppo, una serie  di norme ed emendamenti che coinvolgono molti settori pubblici e privati dell’economia e che, all’art. 9 introducono nuove norme per i precari della scuola.

Ecco in sintesi, a seguito della sua definitiva approvazione, cosa cambia per i docenti in attesa di stabilizzazione a partire dal 1 settembre 2011:....................

 

I tagli del personale Ata nel corso degli ultimi tre anni: dichiarazione di Francesco Scrima

Come già abbiamo fatto in precedenza per gli organici del personale docente, puntiamo l'attenzione sui tagli che hanno ridotto pesantemente, in tre anni, i posti di lavoro del personale ATA, aggravandone le condizioni di lavoro e mettendo a dura prova, in molti casi, la possibilità delle scuole di far fronte alle esigenze del loro ordinario funzionamento.Di ciò ha dovuto prendere atto, lo scorso anno, anche l’Amministrazione, costretta ad autorizzare l’attivazione di circa 2.000 posti in aggiunta a quelli previsti nelle tabelle ministeriali: una necessità a cui difficilmente si potrà sfuggire quest’anno, se è vero che il numero delle scuole non ha subito significative variazioni mentre si sottraggono altri 14.000 posti, a completamento di un piano che ha visto ridurre addirittura di un quinto l’organico dei collaboratori scolastici.

Stabilizzare il lavoro che c’è, tutelare chi vede venir meno le opportunità di impiego: proprio pensando in modo particolare alla situazione del personale ATA, abbiamo chiesto, e ottenuto, la proroga per un altro anno delle misure straordinarie "salva-precari", per attenuare quanto più possibile sul piano giuridico ed economico chi non vedrà rinnovato il proprio contratto.

La CISL Scuola è consapevole che ciò non è sufficiente e che per recuperare una diversa prospettiva occorre cambiare profondamente il segno delle politiche scolastiche, tornando ad investire sul sistema di istruzione per sostenere la crescita e lo sviluppo del Paese.

in allegato un dossier della segreteria sulla base dei dati forniti dal Ministero

 

Tabelle assegno per il nucleo familiare redditi anno 2010

Ecco le tabelle relative all'assegno per il nucleo familiare che decorrono dal 01/07/2011 e fino al 30/06/2012 il reddito di riferimento è quello relativo all'anno 2010.

Il modello di domanda  (allegato) può essere presentato C/o la scuola di servizio.

 

"Assunzioni nella scuola il Governo ci convochi subito"

Dichiarazione di Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

Definire con urgenza numeri e modalità per le assunzioni del personale docente e a.t.a. su tutti i posti vacanti e disponibili: a questo obiettivo la Cisl Scuola assegna priorità assoluta dopo l’approvazione, da parte della Camera, del decreto sullo sviluppo e del piano triennale in esso contenuto.

Puntiamo a coprire con assunzioni a tempo indeterminato, dal prossimo 1° settembre, almeno 65.000 posti di lavoro. Una risposta di forte contrasto alla precarietà, ancor più significativa per il difficile contesto di crisi in cui viviamo, ma anche perché si tratterà di assunzioni fatte attraverso regole certe e trasparenti di reclutamento

 

Fabbisogno formativo anni 2012 - 2013 - 2014

In base ai criteri utilizzati nell'elaborazione dei dati, nel triennio considerato, tra posti comuni e di sostegno e per tutti gli ordini di scuola, si individua un fabbisogno formativo di circa 40.000 unità: su questi numeri le Università dovrebbero impostare la programmazione dei percorsi. Si tratta in ogni caso di dati su cui riteniamo necessario un ulteriore approfondimento, nell'ambito di un confronto che già da tempo abbiamo chiesto all'Amministrazione e che torneremo in questi giorni a sollecitare.Nei giorni scorsi i Direttori Regionali hanno preso contatti con le Università, come da mandato del MIUR, per un primo confronto sull'avvio dei nuovi percorsi formativi per la docenza di cui al DM 10 settembre 2010, n. 249, sia per quanto riguarda i corsi di laurea magistrale che i corsi di TFA previsti dalle disposizioni transitorie di cui all'art. 15. A tal fine il MIUR ha fornito alcune tabelle che individuano il "fabbisogno formativo" per il triennio 2012/13-2014/15, prendendo in considerazione le prevedibili disponibilità di posti determinate dalle cessazioni dal servizio e il numero degli aspiranti già oggi in possesso di abilitazione e inclusi nelle graduatorie ad esaurimento.

fonte: orizzontescuola.it