Login

 

 

 

Home

Benvenuto nel sito della CISL Scuola Cl

Informazioni sito

Benvenuti sul sito della Cisl Scuola di Caltanissetta

Grazie per averci scelto!

Ti informiamo che navigando al suo interno potrai trovare tante informazioni utili sul mondo della scuola e della formazione professionale. Inoltre, gli iscritti alla Cisl Scuola di Caltanissetta, registrandosi nell'apposita funzione, avranno accesso all'area riservata per attingere ulteriori informazioni e ricevere le ultime novità tramite comunicazione e-mail o SMS; ti invitiamo pertanto a compilare in maniera completa e in tutte le sue parti la scheda di registrazione.

Ti ringraziamo in anticipo per la collaborazione e per eventuali suggerimenti per il miglioramento del sito che vorrai segnalarci.

Il webmaster


 

Graduatoria beneficiari permessi per diritto allo studio anno 2015

L'Ufficio scolastico provinciale di Caltanissetta pubblica in data odierna (11/12/2013) le graduatorie provvisorie dei beneficiari per diritto allo studio anno solare 2015.

Avverso le suddette graduatorie, entro il termine di 5 giorni dalla loro pubblicazione, è ammesso ricorso in opposizione al Dirigente dell’Ufficio XI Ambito Territoriale per la Provincia di Caltanissetta, che dovrà pervenire esclusivamente tramite e-mail ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

Docenti scuola dell’Infanzia, scuola Primaria e personale A.T.A.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Docenti scuola media 1° e 2°grado:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Sciopero

 

Rinnovo contratti, la Cisl Lavoro pubblico annuncia lo sciopero

La Cisl Lavoro pubblico, per voce del coordinatore Francesco Scrima, annuncia lo sciopero dei settori pubblici. E scrive alle categorie di Cgil e Uil che insieme a quelle della Cisl hanno fin qui messo in atto la mobilitazione per definire unitariamente la data.
Con la manifestazione di sabato 8 novembre abbiamo dato forte visibilità alla richiesta di veder valorizzato il lavoro pubblico, in tutte le sue diverse articolazioni, indicando nel rinnovo dei contratti nazionali il primo indispensabile atto, chiedendo al Governo di destinare a tal fine nella legge di stabilità le risorse necessarie” si legge nella nota di Scrima. “Nell’incontro svoltosi ieri sera a Palazzo Chigi alla nostra richiesta ha fatto riscontro la totale indisponibilità espressa a nome del Governo dalla ministra della Funzione Pubblica, Marianna Madia, che ha ribadito il blocco della contrattazione almeno per il 2015”.
Pertanto non solo si confermano, ma si rafforzano le motivazioni della protesta e si impone la necessità di avviare una nuova fase di mobilitazione e di lotta, sugli obiettivi indicati nella piattaforma della manifestazione di sabato e confermandone coerentemente il carattere unitario”.
Per questo le categorie CISL del lavoro pubblico, dopo aver formalizzato la proclamazione dello stato di agitazione e la richiesta dell’attivazione delle procedure di raffreddamento, hanno chiesto questa mattina la disponibilità delle federazioni di Cgil e Uil ad un incontro urgente “per concordare le modalità di una nuova fase di mobilitazione unitaria, con l’individuazione della data in cui proclamare, entro il mese di dicembre, lo sciopero dei lavoratori di tutti i comparti pubblici”.

 

La piazza "stura le orecchie" al Governo: lunedì sindacati a palazzo Chigi

Grazie alla mobilitazione dei lavoratori pubblici il governo apre ai sindacati. Cisl Lavoro pubblico: "Il 17 novembre chiederemo tavolo sui contratti e risorse per rinnovi. O daremo battaglia"

"Grazie alla nostra mobilitazione ora il governo comincia a sentirci", così Francesco Scrima, coordinatore di Cisl Lavoro pubblico, dopo la notizia della convocazione da parte dell'esecutivo. "Lunedì chiederemo il tavolo sui rinnovi e le risorse per i contratti, o siamo pronti a dare battaglia". 
"L’incontro convocato per lunedì 17 a Palazzo Chigi è solo il primo esito delle pressioni messe in atto nelle ultime settimane e della grande riuscita della manifestazione dell’8 novembre. Una grande manifestazione unitaria - prosegue Scrima – che nessuno ha il diritto di prendere a pretesto per iniziative e protagonismi di sigla”. 
"L’obiettivo della nostra azione era e resta quello di ottenere risposte precise e puntuali su richieste altrettanto chiare, come lo è quella di avere risorse per rinnovare i contratti: una rivendicazione condotta in termini di rigorosa coerenza sul piano sindacale, senza alcuna interferenza con dinamiche di natura politica estranee al modo di essere e fare sindacato della Cisl. Dall’esito dell’incontro di lunedì 17 – conclude Scrima – dipenderanno le decisioni su come proseguire e intensificare la nostra mobilitazione, come affermato anche nell’intervento della segretaria generale Annamaria Furlan nella manifestazione in piazza del Popolo".